sei il visitatore N° 253715
beh uno che sostiene che la musica è un linguaggio di comunicazione universale in grado di far uscire la propria "voce" e di darne anche a chi non ne ha, non poteva che dedicarle una pagina del sito.

del resto, come diceva Nietsche, "la vita sarebbe vuota senza musica"..

da piccolo, il mio papà mi ha insegnato a suonare il pianoforte, e poi seguendo la spinta di questa passione iniziai a suonare il basso nelle classiche band: tanti sogni e tante speranze.
finito il liceo, durante l'università, insieme a mio fratello, anche lui, iniziato dal papi alla musica avevamo uno studio di registrazione e producevamo musica dance e techno.

Sempre in quegli anni, collaborai con parecchi musicisti e artisti di grosso calibro: fui bassista di Francesco Guccini, di Tony Esposito, collaborai con il grande Vasco e me la spassai in giro per tournè e tour con un pò dei grandi della musica italiana.

Poi ci fù l'avventura degli H2SO4, un gruppo di poveri scemi... e cosa possono fare 8 deficienti se non musica demenziale? 3 partecipazioni al festival di San Scemo, con 2 secondi ed un primo posto. mica male!
Ma si sa, i sogni finiscono sempre...

Dalla fine del 1999 al 10 ottobre del 2001 ho suonato con gruppi di professionisti, fino al fatidico ottobre, in cui decisi di smettere.

ora (febbraio 2006) da qualche settimana ho ripreso a suonare con il mitico Matteo... vediamo cosa succede.

quello in foto, modestia a parte, sono io che suono al festivalbar

3/3/06 Con la Jeko Band ho suonato al jet cafè, in via Amadeo. serata carina e piacevole, molto rilassata, un sacco di amici (degli altri), dei miei c'erano solo Gianluca e Agnese. Episodio divertente della serata è che mezz'ora prima che suonassero quelli prima di noi, è andato a fuoco il mixer, percui siamo andati a casa a prendere quello che serviva.

Copyright © 2017 Bilanciozero | All Rights Reserved