sei il visitatore N° 234831

ogni giorno mi mancano l’adrenalina, l’emozione e il divertimento che provo quando entro in pista. Farei meglio a dire quando entro in quel mondo, mentre percorri la corsia box che immette in pista il resto del mondo si scolorisce, diventa una cosa sempre più remota, svanisce progressivamente mentre aumentano i giri del motore, ogni pensiero, ogni parte di te è dedicata a quello che stai facendo, massima concentrazione su pieghe, traiettorie, frenate, accelerazioni, sensazioni, emozioni che restano impresse. Nei giorni a seguire si affievoliscono gradualmente, sono così forti che il loro effetto dura per giorni, poi piano piano si spengono ma basta poco per farle tornare vive e per desiderare di essere di nuovo là.



12.10.09 Misano - Braghi. Siamo io e Mattia. Lui va fortissimo e vado con l'intenzione di cercare di stargli dietro. Il tempo non ci assiste, dopo qualche ora in cui si gira come sulle uova mentre pioviggina e la pista resta asciutta grazie ad un vento teso, cambia e volge decisamente al brutto. Piove a dirotto, siamo costretti a rinunciare e a tornarcene a casa.

10-11.10.09 Mugello CIV. vado al CIV ospite del team QDP.
21.09.09 Mugello Special Bike. Siamo io e Alberto. Al mattino la pista è bagnata a causa della pioggia notturna. Comincia ad essere sufficientemente asciutta solo verso le 12. COn le slick non è il caso di avventurarsi in rischi inutili. Giriamo nel pomeriggio. La pista resta un pò umida ma si gira bene, nelle prime ore del pomeriggio, fin verso le 16:30 c'è veramente tanta gente (tutti vogliono recuperare il tempo perso al mattino), entro tre volte, faccio due o tre giri e poi esco a causa di bandiere rosse o perchè c'è davvero troppo traffico. Sono comunque fra i più veloci in pista e se da una parte è gratificante superare 6 o 7 moto fra la casanova-savelli e le due arrabbiate, dall'altra c'è consapevolezza della pericolosità. Dopo le 17 la pista si svuota e mi lancio in un run bello lungo fino alla bandiera a scacchi. I tempi sul giro scendono progressivamente fino a d un 2:14 basso che viste le condizioni di umidità della pista e di luce scarsa a causa dell'imbrunire considero un gran bel traguardo.






07.09.09 Franciacorta autodromo pomeriggio. vado a provare la moto: l'R1 2004 finamente è pronta, riparata. Sostituito il motore e la pompa del freno (quella precedente l'ho montata sull' R1 2000). La moto è a posto, la pista un pò scivolosa, dato il caldo e le gomme un pò finite ma verso metà pomeriggio riesco a staccare un buon 1:23.23. E son contento!
21-23.08.09 Misano grazie ai pass del team QDP vado a Misano a vedere le gare del civ. il programma del week end prevede 7 gare, la superbike, la superstock 1000, la stock 600, la 600 supersport le due categorie R6 cup e la R1 cup. nella giornata di sabato si recupereno le gare di superbike e superstock sospese in maggio per pioggia, portando così a 9 le gare del week end.
1-2.08.09 Monza Grimoto/motoclub thun due giorni a Monza dopo parecchi anni che non ci venivo. La pista continua a non piacermi più di tanto, è il classico circuito dove se hai la moto potente ma sei fermo nelle curve riesci a fare meglio di chi, come me, ha la moto del 2001 e piùdi tanti cavalli non può tirare fuori. (sul rettilineo prendo i 255 effettivi contro i 285/290 delle moto più moderne...) in ogni caso girare è sempre molto divertente. Grimoto ha allestito un bel tendone che ci fa ombra e sono tutti, come sempre, molto gentili.

luglio 09 Misano 7 uscite durante le vacanze: 5 serali una diurna e una mattinata. mi diverto parecchio nonostante sia ancora costretto ad usare il muletto (R1, 2001). nellla giornata con Braghi c'è anche Mattia, che va di brutto e gira in 1:57:1. Una delle sere io e Alberto facciamo un corso con il pilota istruttore Alessandro Tomassoni. Saranno i risultati del corso, o l'assidua frequentazione del circuito fatto sta che miglioro i tempi fino ad un bel 1:57:1. Tempo che con la moto che ho mi è di grande soddisfazione.

15.06.09 Mugello Special Bike Il mugello è sempre il mugello, uno dei tracciati più belli del mondo. Giornata splendida con brezza pomeridiana a mitigare il caldo. La R1 2004 non è ancora pronta, giro con la 2001, miglioro il tempo dell'ultima volta scendendo fino a 2:16; merito della dieta per cui si migliora il rapporto peso potenza? Alberto viene con il cbr 600, ci faccio qualche giro..
18.05.09 Franciacorta. Autodromo. Arriva il primo caldo estivo proprio in tale data, sono ancora con la R1 rossa in quanto l'altra ha ancora il cambio da sistemare. Franciacorta mi piace sempre di più, è estremamente vicino a casa e in un ora e mezza ci si arriva. Certo il tracciato non è il mugello ma la comodità e la vicinanaza non fanno rimpiangere Misano. Alberto viene con un cbr 600 del 2008 appena ritirato da Moto Up. leggero, dal motore decisamente diverso rispetto all' R6, molto più pastoso in basso e senza l'allungo esasperato della Yamaha; un pò troppo stradale per i miei gusti per quanto riguarda freni e ciclistica, ma lavorandoci sostituendo il mono e le molle delle forcelle e mettendo i tubi in treccia non dovrebbe essere male. La mia R1 con la pompa radiale e il mono ohlins è diventata un altra moto; merito anche del fatto che le ho rifatto l'assetto alzandola dietro di 3-4 mm. Lavorando sul setting abbasso il tempo del mattino 1:26 fino ad 1:24:55. Mi sono divertito.

04.05.09 Mugello. Rosso Corsa. data con prove libere, prove ufficiali, qualifiche, warm up e gare (pareggiamenti), divisi in tre categorie:Veloci, esperti, amatori. Giro con L'R1 rossa perchè la nera è ancora da riparare. Mi sembra di girare con un camion, è pesante e lenta nei cambi di direzione, oltretutto va fatto l'assetto perchè l'ho alzata dietro, dato che non frenava e quindi c'è tutta l'idraulica da rivedere. Decido che gli esperti, dato il gap prestazionale del mezzo sono fuori portata, per cui potrei provare a dire la mia nella categoria amatori. Al mattino lavoro molto sui settings ma non riesco a trovare il set up giusto, giro in 2:26 ben lontano dal 2:14 "certificato" dell'anno scorso. Al pomeriggio sono distrutto fisicamente, il peso e la poca maneggevolezza si fanno sentire, però sono nella direzione giusta per quanto riguarda l'assetto perchè in qualifica giro 2:22 basso. salto il warm up perchè sono davvero stanco e devo tenere le forze per la gara e regolo ulteriormente l'assetto senza tuttavia verificarlo. Mi schiero in griglia, sono 6° in seconda fila, di fianco a me un ragazzo di 18 anni, (io 43) con la stessa moto mi decanta quanto si trovi bene con il mezzo tanto da preferirlo ad una più nuova kawasaki ninja, replico che la trovo pesante e lenta. Ha un tempo di qualifica migliore del mio di quasi un secondo, in 4a posizione una ducati 848. Si fa la partenza lanciata per evitare il mucchio alla San Donato, per cui si fa un giro di lancio rispettando le posizioni in griglia, partendo scaglionati di 5 sec. fila per fila, poi si ripassa sul traguardo e da quel momento inizia la gara con conteggio del tempo totale per i giri previsti. Durante il giro di lancio sono un pò teso per cui decido di rilassarmi un attimo, di concentrarmi e di lasciare che vada come va, senza cercare di strafare. Inizia la gara, alla prima staccata, in fondo al rettilineo, infilo a velocità doppia i due della mia fila e mi metto in caccia dei tre davanti che si sono nel frattempo volatilizzati. Al 4° giro sul rettilineo un Kawa zx10-R del 2007 mi passa di motore sul rettilineo del traguardo, all'ingresso della casanova lo riinfilo, e allungo anche un pò fra le due arrabbiate, sul rettilineo prima della bucine, mi ripassa, staccatona, e lo ripasso all'ingresso della bucine, mi ripassa bello tranquillo di motore di nuovo sul rettilineo tagliando per primo il traguardo. La prova di arrivo in volata è andata male, lo ripasso in staccata alla San Donato ma già sul rettilineo prima della Borgo San Lorenzo mi si riporta davanti. Niente da fare, mi devo riaccodare. gli sto addosso sul guidato ma sui rettilinei allunga grazie alla maggior potenza del suo motore. Vado alla premiazione pensando che potrei essere arrivato 5° considerando i 3 davanti e il tipo con cui mi sono ingarellato, se nessuno dietro ha fatto una somma dei tempi migliore della mia... Chiamano i 5 premiati e sono fra questi. GRANDE, son proprio contento. sarò arrivato 5°:lo speaker comincia la premiazione e la consegna delle coppe " quinto classificato... Tizio.." urka allora sono 4°, "quarto classificato.. Caio.." urka sono 3°, "terzo classificato Sempronio", vai che son secondo"Secondo classificato.." Belluschi.. evvaiiiiiii.
20.04.09 Mugello - Special Bike. Alberto è malato per cui cede il "giornaliero" a Massimo che viene con la sua Suzuki. Alla mia moto si rompe di nuovo il cambio, nello stesso modo in cui si era rotto a Misano al 3° giro! giro con la moto di Massimo. Il mugello si riconferma il tracciato più bello del mondo, la sequenza casanova-savelli-arrabbiata1 e arrabbiata2 è qualcosa di straordinario. La Suzuki 600 di Massimo è divertente, peccatoche tutta così di serie tranne il mono ohlins non spinga un cazzo sul rettilineo.
04.04.09 Franciacorta. faccio due turni con Massimo per verificare la riparazione del cambio della moto e sembra tutto ok.
20.03.09 Misano - Special Bike: Giornata decisamente fredda: 5 gradi. Difficile girare con temperature invernali. Ho problemi al cambio, non mi entra più la prima e non scala. Dopo un paio di ingressi in curva da "funambolo" causa marce a caso e folle sempre in agguato con ingresso della marcia a metà piega e conseguente penna a mezza curva, decido di evitare rischi inutili.
13.03.09 Franciacorta - Autodromo. pomeriggio divertente e bello, il tracciato è decisamente migliroato, la prima parte resta sempre la stessa, poco guidata ma nella parte aggiunta per ultima ci sono un paioo di curvoni niente male. Non ècome Misano, ma poco ci manca, in compenso è vicinissimo. da tornarci
09.02.09 Misano - Braghi. giornata fredda ma siamo fortunatissimi, piove fino al giorno prima e rriprende il giorno dopo! Purtroppo ho ancora il problema della guarnizione del coperchio delle valvole che si stappa con perdita d'olio. Provo la moto di Mattia: bella! Riincontriamo gli Erbacci, simpatici e veloci (Cristiano, 1:44 basso) come sempre.

9-11.01.09 - Cartagena CF Promotion. la stagione inizia prestissimo, ai primi di gennaio voliamo a Cartagena per andare a girare sul tracciato della città. Con noi ci sono quasi esclusivamente piloti, alcuni anche di gran livello, nel box con noi c'è Cristiano Erbacci, campione italiano supersport trofeo monomarca Yamaha. Il tracciato è bello, vario, guidato e tecnico. purtroppo il tempo non ci aiuta, piove di frequente nonostante le statistiche dicano il contrario. Colpa dell'inverno freddo che ha messo nella morsa del freddo tutta l'europa, problemi a non finire in partenza per la neve (aeroporti bloccati e autostrade intasate e da pulire). In ogni caso ci divertiamo, conosciamo gente simpatica e comunque riusciamo lo stesso a girare un pò. La vita in Spagna costa decisamente di meno che in Italia (1 lt di benzina 0,80 euro contro 1,150 tanto per dirne una), Cartagena è una bella cittadina.

















Copyright © 2017 Bilanciozero | All Rights Reserved